Return to search

Il Progetto Telegestore: il primo passo verso la Smart Grid

L’obiettivo della tesi è quello di studiare uno dei progetti più innovativi nell’ambito elettrotecnico degli ultimi dieci anni. Si tratta del “Progetto Telegestore”, il cui è stato realizzato dall’azienda elettrica Enel e oggi è considerato un modello da seguire in tutto il mondo.
Lo scopo di tale progetto è stato quello di implementare un sistema che consenta all’impresa distributrice di eseguire non solo la lettura a distanza dei consumi di ogni utente, ma anche la gestione da remoto delle corrispondenti operazioni contrattuali.
Lo sviluppo del progetto ha richiesto la sostituzione dei 32 milioni di vecchi contatori elettromeccanici con nuovi contatori elettronici ed intelligenti in grado di stabilire una comunicazione bidirezionale con i concentratori, installati in cabina secondaria, attraverso la stessa rete di bassa tensione.
I contatori elettronici, conosciuti anche come “intelligenti”, rappresentano il tassello fondamentale del progetto. Tali dispositivi permettono agli utenti di conoscere in tempo reale i loro consumi e pertanto di usare l’energia in modo più razionale e consapevole.
Dall’altra parte, attualmente in tutto il mondo si parla dello sviluppo delle Smart Grids, cioè reti elettriche con flussi di energia multidirezionali, elevata efficienza, elevato livello di affidabilità e qualità del servizio, basso impatto ambientale, e non da ultimo con consumatori coinvolti nel sistema. Per rendere questa sfida possibile, anzitutto bisogna realizzare un sistema in grado di gestire in maniera affidabile e integrata, tutti gli attori coinvolti. Tale sistema si chiama Smart Metering. Italia, tramite l’avvio e l'implementazione del Progetto Telegestore, ha costituito il primo passo verso “la rete del futuro”.
Di conseguenza, nella prima parte della tesi si presenta uno schema concettuale di tali reti e la situazione a livello mondiale riguardo alle Smart Grids e lo Smart Metering. Dopo si analizza l’innovatore mercato elettrico italiano, il che è stato liberalizzato verso la fine degli anni novanta.
Si presenta, poi, uno studio del Progetto Telegestore da un punto di vista puramente tecnico. Si descrivono le architetture utilizzate, i dispositivi che fanno parte del sistema, quali contatori e concentratori. Inoltre, si analizzano le diverse tecnologie di comunicazione che sono utilizzate.
Si effettua anche un’analisi riguardo all’effetto che il progetto ha avuto sui processi aziendali e alla gestione dell’innovazione all’interno dell’impresa. Inoltre, si studiano i vantaggi addizionali che il progetto offre, oltre alla misura e gestione dei consumi, quali ottimizzazione delle reti, il controllo delle perdite, la valutazione della qualità del servizio offerto, la futura ricarica delle auto elettriche, eccetera. Dall’altra parte, si esamina il ruolo che i consumatori giocano all’interno del Progetto.
Finalmente si presentano le barriere da abbattere per implementare in Argentina un sistema come quello italiano e i diversi vantaggi che questo porterebbe. / Tesis de maestría realizada en la Facoltà di Ingegneria de la Universidad de Bologna (Italia).

Identiferoai:union.ndltd.org:SEDICI/oai:sedici.unlp.edu.ar:10915/44731
Date January 2012
CreatorsBarbera, Gustavo Ariel
ContributorsRiccó, Bruno
Source SetsUniversidad Nacional de La Plata, Sedici
LanguageItalian
Detected LanguageItalian
TypeTesis, Tesis de maestria
Rightshttp://creativecommons.org/licenses/by/4.0/, Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0)

Page generated in 0.0036 seconds